La sfida di Zazzà

La prima mozzarella l’ho vista fare a mio zio Sasà quando sin da bambino mi portava nel caseificio di famiglia.
Da quel giorno la passione di mio zio è diventata anche la mia. Mi sono messo a studiare, ad osservare i prodotti e a sentirne il profumo.
Poi la vita mi ha portato a fare altre scelte ma quel posto nella campagna napoletana non l’ho mai dimenticato. Ho sempre ripensato a quell’artigiano capace di creare con un solo prodotto un’armonia di sapori unici da portare sulle tavole delle famiglie della nostra città.
La sfida di Zazzà Mozzarella parte da qui. Da un ricordo di infanzia. Dal sapore inconfondibile che aveva la mozzarella di zio Sasà. Oggi però voglio partire da lontano per far conoscere i nostri prodotti in tutto il mondo e per portare la tradizione italiana oltre i nostri confini.
Michele
 

La nostra idea

Sono due le cose che caratterizzano la Cucina Italiana: il gusto e il profumo. Partendo da questa riflessione abbiamo cercato di creare un luogo dove tali sensazioni si uniscano, un luogo che metta al centro un simbolo, la mozzarella di bufala, fresca, artigianale e di qualità.
Tutto questo è reale e visibile. Un laboratorio di preparazione a vista, all’interno di un ambiente accogliente, che porta il cliente in un luogo pieno di gusto e profumi, dove il prodotto passa dalla produzione alla consumazione in pochi secondi.
La mozzarella di bufala si trasforma in un prodotto unico, contemporaneo e fresco. Un vero e proprio italian slow food che affianca le storiche preparazioni culinarie come il supplì, la pizza e la pinsa, la mozzarella in carrozza, la lasagna e molto altro ancora.

Il nostro sogno

Come scriveva il filosofo Feurbach, “noi siamo quello che mangiamo”.
Da questo assunto è partita la ricerca di Zazzà Mozzarella affinché sia in Italia che nel mondo si potesse esportare un prodotto unico come la mozzarella, fatta dai nostri artigiani dal vivo e di fronte al cliente, alla base della buona cucina italiana in un inedito packaging.
Da noi il cliente vede la mozzarella filare prima che arrivi nel suo piatto. Su una pinsa romana o nella caprese, nell’insalata o al centro del nostro tagliere toscano, la mozzarella di bufala è la regina della nostra tavola, eccellenza italiana e simbolo del mangiare sano.